martedì 24 marzo 2009

L'affittacanzoni (Bob Dylan)

Io penso che chiunque sia nato dagli anni '60 in poi, in tutto il mondo, ha certe musiche nella testa. Volente o nolente TV, Cinema, documentari, film ci hanno fatto arrivare nelle orecchie cose che (anche se non ci piacciono) conosciamo, come i Beatles e gli Stones, la musica del '68, gli echi del rock degli anni '70, etc. (quello che viene dopo neanche lo nomino, non lo ritengo troppo rilevante).
Uno dei personaggi che ha contribuito a creare molta di quella musica che ci risuona nelle orecchie è Robert Allen Zimmermann, meglio conosciuto come Bob Dylan.
Quanti documentari sugli anni '60 avevano come sottofondo "Blowin in the wind", piuttosto che "Mr Tambourine Man"? E quante canzoni, come "Like a rolling stone", "Hurricane" o "Knockin' on heaven's door" (canzone famosissima, che fa parte della colonna sonora di un film che oggi ricorderebbero in pochi se non fosse per la musica...) continuano a risuonare nei film e in un sacco di altre situazioni?

Bob Dylan è uno che ha alle spalle quasi 50 anni di musica (e non solo... è uno scrittore, un pittore, un precursore dei video musicali, un poeta...) ed è anche uno degli autori le cui canzoni sono state più volte riproposte (e riarrangiate) da altri artisti.
Per fare qualche esempio, ho conosciuto "All along the watchtower" ascoltando la cover di Jimi Hendrix, prima di sentire l'originale; la versione di "Highway 61 revisited" di Johnny Winter mi ha fatto interessare all'originale di Dylan (oltre che all'album omonimo che la contiene) e l'ascolto attento di "Via della povertà" di Fabrizio De André, mi ha fatto scoprire che era una rivisitazione di "Desolation Row". Altre celeberrime cover sono "Mr Tambourine man" dei Byrds e "Like a rolling stone" di un recente album dei Rolling Stones.
Dylan è la dimostrazione che la grande musica è eterna e si presta alle rivisitazioni anche più stravolgenti come, tanto per portare un altro esempio, la "Knockin' on heaven's door" ripresa (tra i tanti) dai Guns 'n Roses, in chiave hard rock.
Lui stesso ha reinterpretato sue canzoni, spesso cambiandone gli arrangiamenti e i ritmi (basta ascoltare le diverse versioni sui suoi dischi sia in studio che live).

Ero davanti alla TV quando, nel 1992, fu trasmesso il concerto per i 30 anni di carriera di Bob Dylan, nel quale (sempre per rimanere in tema) molti artisti hanno eseguito brani del "festeggiato". Chi canta e suona la slide guitar (in modo unico!), in questa incendiaria versione di "Highway 61 revisited" (tratta proprio da quel concerto), è Johnny Winter... buona visione!

3 commenti:

Jack ha detto...

Bella Mick...gran bel post, è da tanto che non sentivo qualcosa di Bob Dylan, m'hai fatto veni voglia di togliere un po di polvere dai suoi cd :-)

Mick the big thistle ha detto...

Ciao Jack! Sono contento che tu abbia apprezzato... tra l'altro anche quel "secco" del filmato è uno che ti raccomando tantissimo!!

Jack ha detto...

qualche lavoro in particolare, o dove pesco pesco vado bene!?!
bella Mick

 
This site uses Thumbshots previews